Il vischio

Una volta il vischio, ottenuto bollendo le bacche del vischio con altre sostanze, era usato per catturare piccoli uccelli mediante le panie, specie di alberetti artificiali su cui venivano inseriti canne, panioni e paniuzze, tutte ben coperte di vischio. Gli uccelli, attratti con la civetta oppure dal fatto che vi erano vicini campi con semi (specialmente canapa), si posavano sui rametti impaniati e con più si dibattevano più restavano invischiati. Si tenga presente che il vischio deve agire sulle ali e sulle piume e che non è sufficiente che restino invischiate le zampe.Questa tecnica è ancora usata in Spagna per la caccia al tordo. su dei bastoni vengono infilati , alla distanza di 6-10 cm l'uno dall'altro, dei fuscelli lunghi una ventina di cm, ben impregnati di vischio; il tordo, cercando di posarsi sul ramo artificale, striscia contro i fuscelli che gli si attaccano alle penne e gli impediscono di volare via.Questo tipo di caccia è molto seletivo perché consente di liberare gli uccelli di tipo proibito, eventualmente incappati nelle panie.
Attualmente si trovano in commercio tubetti di vischio artificiale, molto potente, che riesce a catturare anche grossi topi. Esso può essere preparato con le seguenti miscele che si preparano mescolando a fuoco lento (parti in peso):

Colofonia 2 - olio di ravizzone 1 - trementina densa 1
Colofonia 7 - olio di lino 3
Colofonia 12 - trementina 1 - olio di lino 7
Colofonia 11 - olio di sesamo 5